lunedì 18 settembre 2017

Un tavolo di vanità

Ciao a tutte!
Torno sul blog con un post leggerissimo, che parla di vanità, di momenti che dedico a me e al mio amore folle per il make up! 💄

L'anno scorso per il mio compleanno ho espresso (a voce alta e in modo da essere sentita dal giusto interlocutore! 😋) il desiderio di avere la tanto conosciuta specchiera Ikea, così da riporre con ordine i miei trucchi e ritaglairmi un angolino della casetta che fosse tutto mio.

Sono passati mesi e ha già subito diverse modifiche, nella sistemazione generale, ma anche nella posizione perchè avevo la luce alle spalle e non era l'ideale.

Oggi è nel punto migliore per la luminosità, anche se quando mi alzo la mattina d'inverno c'è ancora buio e mi tocca accendere comunque la luce della stanza.

Oggi vorrei solo condivideerla con voi, sapere cosa ne pensate e magari vedere se avete qualche consiglio per me!

Partiamo dunque con le immagini, che in questo post valgono più di mille parole!


Questa la visione d'insieme.


Sopra il primo cassetto ho un vasetto, sempre di Ikea, con tutte le matite occhi, una trousse Pupa che mi ha regalato un'amica, qualche smaltino e qualche minitaglia trovata nelle riviste o in negozio.
Io adoro le minitaglie!!!!


Nel primo caseeto ho messo i mascara, i prodotti per le sopracciglia e il primer occhi.


Al centro c'è questo organizer in plexiglass con uno spazio superiore dedicato ai rossetti in stick per lo più e a qualche gloss.
Nei cassetti invece ci sono altri prodotti labbra, tra cui varie tinte e altri gloss.



Ai lati di questo organizer ci sono varie cosine, tipo i brush cleanser, qualche burro labbra e qualche profumo (queste sono cose che cambiano spesso posizione e rispetto al momento in cui ho fatto le foto se ne sono aggiunte altre!)


Sopra il secondo cassettino ci sono i pennelli occhi e i pennelli viso, un orologio (per non perdere di vista l'ora!!!) e un illuminante stupendo di Kiko.






Davanti al cassetto tengo questa tazza che mi era stata regalata al Cosmoprof con altre tinte labbra e le matite, sempre per le labbra.


Dentro il cassetto invece ci sono tutti gli ombretti mono, che confesso di usare ormai molto poco, perchè più facilmente prendo dalle palette, però li tengo perchè quando mi rocordo uso anche questi.


Nel cassetto frontale ci sono invece tante altre cose, sia per la base viso, sia le palette.
E' diviso in tre scomparti.

Nello scomparto a sinistra ci sono le palette più grandi o quelle che uso più spesso.
Vi dico già che rispetto alla foto si sono aggiunte la Naked e la Naked Heat!
Come vedete c'è un pò di tutto, dalle marche più famose a quelle low cost.


Nello scomparto centrale ci sono fondi, correttori, ciprie e blush. Anche qui si è aggiunto qualche pezzo, ma qualche altro sto per salutarlo perchè è in via di smaltimento. In effetti questo è il settore del cassetto da cui è più facile che le cose vadano via piuttosto che il contrario perchè i prodotti per la base sono quasi sempre gli stessi per me.


Nella parte destra ci sono altre palette, stavolta più vecchiotte, ma tendenzialmente più piccole, fatta eccezione per la India Palette, che è lì solo perchè non ci stava dall'altra parte.
Qui ci sono per lo più marche come Essence, Kiko, Wycon e Nabla.



Nel ripiano poi normalmente tengo questa palette da 24 colori Kiko, che è troppo grande per essere messa da qualunque altra parte e uno specchio. Oggi non è più quello di Ikea, ma uno con luci led che ho trovato da Lidl.
Ho sempre anche un pacco di veline e le salviette umide per pulirmi le mani quando finisco di truccarmi.

Come si intravede nell'ultima foto poi c'è la beauty blender (anch'essa cambiata perchè era ormai vecchia e non si puliva neanche più tanto bene) e un fissatore make up di Pupa.

Da quando ho scattato le foto ad oggi in effetti sono passate diverse settimane e la postazione si è arricchita di tanti  nuovi ingressi, anche se la sostanza non è cambiata.

Fatemi sapere se c'è qualcosa che vi incuriosisce particolarmente (anche se mi sembra tutto piuttosto comune e normale).

Con questo è tutto...alla prossima!
Baci!

domenica 3 settembre 2017

Book Sharing e Book Crossing...la nuova frontiera

Ciao a tutte.
Finalmente riesco a tornare sul blog.
Ultimamente le giornate sono state intense e il tempo per dedicarmi a internet e al blog è stato molto limitato.

Nel post di oggi vi racconto la piccola trovata di mia madre...che una ne pensa e cento ne fa!
Vi ho già raccontato in alcuni dei post precedenti, del fatto che mia madre non sta ferma un secondo!
Questa estate ne ha escogitata un'altra delle sue, partendo da un fenomeno già esistente e ampiamente diffuso...ha solo deciso di collocarlo in un posto inusuale...ottenendo però un buon successo!

Parlo del Book Sharing o Book Crossing, fenomeno nato, secondo alcuni, in America, precisamente sui treni, dove la gente lasciava i libri già letti per il viaggiatore successivo, contando di trovarne uno da leggere la prossima volta che avrebbe viaggiato, a sua volta lasciato lì da un'altra persona.

E' di fatto uno scambio equo ed economico di cultura, nel senso più ampio del termine.

Vado veloce e vi faccio capire come inizia tutto in questo caso.


Visto che la foto non è proprio nitida vi riassumo il contenuto.

Mia madre ha fatto partire tutto con un cartello e due libri.
Chiunque poteva lasciare in uno spazio dedicato il libro che aveva finito di leggere e prenderne un altro, senza costi, registrazioni e obblighi.
Chiunque poteva decidere di riportare quel libro una volta terminato o tenerselo se gli fosse piaciuto.

Vi dicevo che è iniziato tutto con due libri...è finita così...


Penserete che non sono tanti...e se vi dicessi che tutto questo è successo in un solo mese nel chiosco di un bar al mare?

Trovo che sia stata un'idea fantastica quella di mia madre, perchè in effetti io sono di quelle che al mare legge spesso e qualche volta finisco il libro prima che siano finite le vacanze.
Avere la possibilità di scambiarsi un libro, che ti sia piaciuto o meno, con altre persone, in tutta libertà e senza costi, è qualcosa di corretto, onesto, che non viola nessun copyright, ma permette la diffusione di romamzi o testi di qualunque genere.
Crea una piccola comunità che ha in comune la voglia di immergersi in mondi nuovi senza spese.

Insomma...ci sono cose belle nella vita e scambiarsi dei libri per poterli leggere davanti al mare trovo sia una di queste.


L'idea è ovviamente riproducibile in qualunque posto. Basta iniziare!

Io volevo solo condividerla con voi.

A presto...forse..per nuovi articoli e nuove idee.

Ciao!!!!!

domenica 16 luglio 2017

Sposarsi a Cagliari abitando a Parma!


Ciao a tutte!
Ritorno, incredibile ma vero, dopo un solo giorno dalla pubblicazione dello scorso post.
E' domenica e mio marito lavora per cui ho un pò di tempo libero e lo dedico a voi.

Come annunciato dal titolo, oggi vi racconto qualcosa in più del nostro matrimonio.

Ci siamo sposati il 20 maggio nella chiesetta di Nostra Signora di Bonaria, a Costa Rei, che per chi è di Cagliari suona molto familiare perchè ricorda, ma solo per il nome, la ben più famosa Cattedrale.
Le due Chiese non hanno nulla a che vedere l'una con l'altra.
Quella di Costa Rei è piccolissima, moderna e pensata per accogliere le messe estive da maggio a settembre, più nel sagrato che all'interno.
Sapevamo che non avrebbe contenuto proprio tutti gli invitati...ma la nostra è stata una scelta di cuore, un pò egoistica se vogliamo...consci che gli invitati ci avrebbero perdonato con la mossa successiva..il luogo dove abbiamo fatto il ricevimento!

Mi ha fatto da autista un mio carissimo amico di nome Vittorio, che durante il viaggio da Cagliari a Costa Rei (la distanza è di circa un'ora) mi parlava di cose che non c'entravano nulla col matrimonio, forse per distrarmi chissà, fatto sta che è riuscito a controllare la mia ansia!
Per testimoni invece ho "scelto" i miei due più grandi amici di sempre, Luca e Francesca. Ebbene si...il mio migliore amico si chiama esattamente come mio marito! Bella coincidenza...o nome molto comune chissà! Ho messo scelto tra virgolette perchè la scelta è stata fatta quando avevamo tipo 16 anni...se mai ci fossimo sposati, ognuno di noi avrebbe fatto da testimone all'altro...e in effetti poi è stato così perchè loro hanno fatto da testimoni a me e io ho fatto da testimone sia a Francesca sia a Luca! 

Nostra Signora di Bonaria - Costa Rei

Prima di soffermarmi sul resto vi mostro un pò di dettagli, di interesse tipicamente femminile!
Parto dalla cosa che forse interesserà di più...il mio abito!
L'ho scelto a Parma, perchè avevo visto qualcosa che mi era piaciuto molto in un atelier e da allora mi ero decisamente fissata.
E poi dovendo fare diverse prove comprarlo a Cagliari avrebbe reso tutto più difficile.
Per portarlo a Cagliari da Parma ho comprato il biglietto aereo per me, per Luca e per l'abito!!!! Ebbene si...Ryanair vi dice che potete portarlo su e "farlo sedere" accanto a voi semplicemente comprandogli il biglietto! Fa un pò ridere ma è davvero così!
Tornando a noi, sono andata a sceglierlo il 16 dicembre dello scorso anno...data in cui festeggiavo il mio 36mo compleano...e mi sono fatta proprio un bel regalo perchè ho trovato ciò che cercavo al terzo cambio d'abito!



Ho scelto un abito bianco e lungo, con la gonna ampia e fatta di veli su veli di un tulle stropicciato che faceva sembrare l'abito una nuvola. 
Il corpetto era interamente cucito con ricami e perline, senza stecche e con scollo dritto. L'abbottonatura era a nastro a incrocio e ha richiesto un pò di tempo quel giorno perchè mia madre non era molto esperta su come andasse allacciato!!!


Il velo era lungo e bianco anch'esso, con dei ricami sugli angoli più bassi.

Le scarpe le ho cercate a Parma in lungo e in largo, ma alla fine le ho trovate a Cagliari.
La foto in realtà l'ha scattata mia cugina Daniela, che si è sposata una settimana prima di me...e avevamo scelto senza saperlo le stesse identiche scarpe...nello stesso negozio! Quando si dice avere gusti uguali!

 
Aggiungo per dovere di cronaca che pur essendo belle, su un terreno in ghiaia e sul prato non erano propriamente l'ideale, per cui per il mio bene e per il loro a metà del pranzo le ho sotituite con un paio di Superga bianche in pizzo! Hanno riso tutti, ma io sono stata da Dio!!!!

Per la pettinatura ho scelto un raccolto morbido...ma in realtà ero partita con l'idea di fare un semi raccolto.
Mi ha pettinata mio cugino, un bravissimo parrucchiere di nome Manuel che, per chi fosse di Cagliari, lavora alla "Bottega dello Stile" ed è molto apprezzato (per usare un eufemismo!)
Vista la poco normale lunghezza dei miei capelli e il fatto che essendo pesanti un mosso non sarebbe durato molto in caso di vento (che puntualmente si è presentato!), mi ha consigliato di raccoglierli tutti. Mi son fidata e ho lasciato che facesse lui ciò che riteneva più semplice.
A posteriori...ci è voluto quasi più tempo a togliere tutte le forcine che avevo in testa che non a fare l'acconciatura...le ho contate...ne avevo 72!!!!
Però i capelli sono rimasti a posto nonostante io non mi sia certo trattenuta nei balli e nonostante un vento di maestrale che avrebbe spettinato chiunque!
Non ho foto dell'acconciatura da viicno, ma potete farvi un'idea dalla prossima foto, dove dovreste notare anche l'effetto con il trucco.


Il make up ha richiesto una lunga e faticosa ricerca!
Inizialmente avevo pensato di farlo da sola, ma poi ho pensato che non fossi così esperta e quel giorno avrei potuto anche essere tesa o emozionata, così mi sono decisa ad affidarmi a una vera professionista.
Cerca e ricerca, ho trovato, dietro consiglio di Veronica Ulgheri, che per chi non la conoscesse è Lady Ciccone su Youtube (ottima make up artist anche lei), una ragazza che mi ha ispirato fiducia sin dalla prima chiacchierata telefonica.
Si chiama Valentina Vagliviello e ha base in un paese nei pressi di Cagliari, anche se poi si sposta spesso per lavoro.
Vi lascio il link al suo sito nel caso vi potesse tornare utile.
Anche in questo caso ho affidato molto al suo gusto e alla sua esperienza.
Lei, partendo da ciò che mi piaceva, ha scelto colori e sfumature, tirando fuori un make up "semplice", raffinato e molto elegante, che corrispondeva esattamente a ciò che volevo.
Apro parentesi...la valigetta di una make up artist è il sogno di ciascuna di noi! Marchi come Bobby Brown, Laura Mercier, Mac e chi più ne ha più ne metta, lì...tutti insieme...e poi sul tuo viso! Yeeehhhh!!!!
Valentina è stata anche molto brava nel gestire la mia tensione: sono stata tranquillissima fino alla sera prima del matrimonio...poi a fine pettinatura mi sono guardata allo specchio e ho cominciato a capire che stava succedendo davvero, per cui ho iniziato a sentire un pò d'ansia e agitazione.

Comunque...nonostante tutta l'emozione di quel giorno il trucco è rimasto intatto e mi è dispiaciuto persino doverlo togliere la sera!
Mi aveva dato anche un kit per il ritocco, ma a parte un veloce controllo dopo il servizio matrimoniale che avevamo fatto al mare (vento e sole non aiutano molto di solito), ho dimenticato completamente di controllare rossetto e cipria per il resto della giornata!
Me la sono stragoduta e va bene così!

Sia per il trucco che per l'acconciatura ho fatto una sola prova in un lungo weekend di marzo dove avevo concentrato tutta una serie di impegni.

Anche per il servizio fotografico abbiamo fatto un pò di giri, ma siamo stati fortunati con il terzo tentativo.
Sempre per la ragazze di Cagliari che avessero bisogno di un consiglio, noi ci siamo affidati ad Alberto Orrù. Vi faccio vedere uno dei suoi scatti, visto che l'ha pubblicato lui stesso su Facebook.

Abbiamo già ricevuto tuttele foto e ora abbiamo l'arduo compito di scegliere quelle che vogliamo inserire nell'album! Non abbiamo ancora potuto dedicare tempo a questa cosa perchè richiede pazienza e attenzione, ma speriamo di farlo entro breve perchè entro settembre vorremmo poterlo ordinare e magari ritirarlo per Natale.

Partecipazioni, bomboniere, menù, libretti messa e guest book, sono stati fatti tutti nello stesso posto e vi indico volentieri anche questo perchè ci siamo trovati non bene...di più!
Il negozio si chiama Special Days, si trova a Monastir, sempre in provincia di Cagliari e ci siamo arrivati casualmente attraverso internet.
Cercavamo qualcuno che potesse fare una partecipazione con tema marino, ma non pacchiana o grossolana come tante che avevamo visto.
Loro hanno ascoltato il desiderio e lo hanno trasformato in realtà, semplicemente attingendo a ciò che avevano come materiali, mettendoli poi insieme secondo il nostro gusto personale.
Dalla partecipazione siamo arrivati poi naturalmente ad affidare a loro anche il resto, così il tema sarebbe stato esattamente lo stesso.

Questi alcuni scatti...

Libretto Messa

Guest Book

Bomboniere
Partecipazioni

La particolarità della partecipazione stava all'interno, perchè dietro loro suggerimento abbiamo aggiunto un piccolo codice QR che, letto col cellulare, rimandava a un nostro video di foto che raccontava in breve dove e come ci siamo conosciuti, quali erano le nostre passioni in comune e qualche evento particolare.
A noi l'idea è piaciuta un sacco.

Il Guest Book è qualcosa che vi consiglio caldamente di fare. Vi rimarrà un bel ricordo di chi ha partecipato al vostro matrimonio.

Per le bomboniere non volevamo nulla di ingombrante per cui abbiamo optato per delle semplici scatoline in plexiglass trasparente coi confetti dentro.
Oggi come oggi riempire le case di ninnoli e oggettini non ha senso secondo me percui evviva la semplicità!

Per la torta il tema marino non ci piaceva, così abbiamo staccato e ripreso i colori dei fiori del mio bouquet, nel quale c'era del fucsia e questo è il risultato.


Nello stesso stile abbiamo fatto la confettata, ma di questa credo di non avere foto!

Tableau e centritavola invece sono stati ideati da mia mdre.




L'idea del tableau è nata pensando al mare, a una rete da pesca con i vari nomi dei tavoli e degli invitati appesi...dal vivo era più bello di come appare in foto...sembrava un acquario!
Dalla foto non si vede, ma i pesci sono pesci tropicali comparsi nei cartoni Disney "Alla ricerca di Nemo" e "Alla ricerca di Dory". Pesci veri, con i nomi che avevano nel film, per cui c'erano, oltre che Nemo e Dory, Branchia, Gluglù, Diva, Mr Ray etc...

Il centro tavola invece è totalmente idea di mia madre, assemblato quel giorno dalla fioraia, a cui abbiamo fatto aggiungere le rose.
Si componevano con un piatto basso trasparente, una conchiglia più grande che potesse contenere il fiore, tante conchigliette intorno e una candela bianca.
Inutile dire che nei tavoli non ne sia rimasto uno a fine matrimonio! Sono piaciuti tanto che alcuni invitati li hanno portati a casa...e a me ha fatto molto piacere perchè in un modo o in un altro, una parte del mio matrimonio abiterà con loro per un pò di tempo!

Veniamo dunque al ricevimento.
E' stata la scelta più dura in assoluto perchè era una delle cose a cui tenevamo di più.
Volevamo che il posto fosse romantico, semplice ma non troppo, che non ci dessero un orario fisso in cui mandar via gli ospiti e che il cibo fosse realmente genuino anzichè i soliti piatti belli da vedere ma poco gustosi.

A Costa Rei ci sono tanti ristoranti, ma a parte i prezzi folli, molti non potevano contenere più di 100 persone e alle 18.30 quasi tutti ti chedevano di indirizzare gli ospiti verso l'uscita, cosa per me assurda e cafona oltre ogni dire!

Quasi per caso e sempre grazie a internet, ho trovato invece ciò che rispondeva alle nostre esigenze.

Vicino a Costa Rei c'è un paese che si chiama Muravera e all'interno del paese, immerso in un agrumeto stupendo, c'è un hotel ristorante che si chiama Domu Incantada (per le non sarde si traduce Casa Incantata).


Questa la vista dall'alto, da una delle camere.
Il ristorante poteva contenere fino a 400 persone, ma noi eravamo molti meno e ci siamo stati ben comodi!
Il menù era da leccarsi i baffi ed è stato apprezzato da tutti gli invitati. C'erano sia sclete di terra che di mare. Il personale è stato molto cortese e disponibile, l'organizzazione perfetta. Insomma...persone che sanno fare il loro lavoro e lo fanno con passione!
Se passate da quelle parti, anche solo in vacanza, andate a trovarli una sera a cena e vi garantisco che non ve ne pentirete!
Gli invitati di Parma hanno alloggiato nelle camere di questo hotel e altri invece tra Costa rei e Villasimius (altra località là vicino).
I bambini si sono divertiti perchè hanno potuto correre liberi nel prato senza nessun rischio e noi dopo il pranzo ci siamo scatenati nei balli all'aperto!




Per le musiche abbiamo scelto un DJ, sempre di Cagliari che ci ha assecondato in tutte le richieste e ci siamo divertiti da morire.

Delle fedi non ho nessuno scatto dove si vedano bene, ma posso dirvi che siamo stati sul classico, con una mantovana non troppo larga, in oro giallo. Unico vezzo la mia, che ha un brillantino.

Il viaggio di nozze invece l'abbiamo organizzato da qui perchè era molto più semplice ovviamente, ma di questo argomento vi parlerò nel prossimo post perchè altrimenti non finisco più!

Non è stato affatto semplice organizzare il matrimonio in Sardegna abitando in Emilia.
Siamo dovuti andare giù spesso, anche per parlare col prete che avrebbe celebrato la Messa, che ovviamente non era lo stesso con cui abbiamo fatto il percorso per i fidanzati, che abbiamo frequentato nella nostra parrocchia a Parma.

Ho avuto la gran fortuna di avere una mamma che non vedeva l'ora di aiutarmi nei preparativi e che si è messa a disposizione per tante cose, risolvendo un bel pò dei nostri bisogni.

Inutile dire che sia stato il  giorno più incredibile della mia vita.
Ci sono arrivata a 36 anni, ma con molto sale in zucca come si dice, convinta del passo che stavo facendo e felice dell'uomo con cui ho deciso di trascorrere il resto della mia vita.

Qualcuno dice che l'amore non dura per sempre, ma io per dirla con Vasco, sono un'"inguaribile romantica" e la penso diversamente.
Ho scelto di crescere con una sola persona accanto e voglio che sia la stessa "tutti i giorni della mia vita".

Spero che questo lungo racconto vi abbia tenuto compagnia e non vi abbia annoiato.

Ora vi saluto e come al solito vi aspetto nei commenti!

Un bacio a tutte voi e un grande GRAZIE  a chi c'era, a chi c'è sempre stato e a chi ci sarà!

 
 

 







sabato 15 luglio 2017

Bentornata! Dove sono stata tutto questo tempo?

Ciao giovani!!!!
E' trascorso mezzo secolo dal mio ultimo post, ma sono successe talmente tante cose, che dedicarmi anche a internet e al blog in particolare sarebbe stata "L'impresa eccezionale"!!!
Che ho fatto in questi mesi?
Ah beh...mica tanto...mi sono giusto SPOSATA!!!!! 💕
Ebbene yes!
Il 20 maggio io e Luca abbiamo detto SI, nella cornice più romantica che potessi sognare per il mio giorno importante!


Abbiamo scelto la Sardegna ovviamente...nello specifico una nota località della costa sud orientale chiamata Costa Rei. 🐠
Io sono nata e cresciuta a Cagliari, mentre Luca è parmigiano. Viviamo e lavoriamo a Parma, e dico sempre che questa città sarebbe bellissima...se solo avesse il mare!!!!
Io vivo a Costa Rei tutte le mie ferie estive fin da quando ho 7 anni e ne sono follemente innamorata.
Luca l'ha conosciuta con me pochi anni fa, ma non ha impiegato molto tempo ad amarla come me.

Tanto per darvi un'idea....



Per chi ama il mare è impossibile non perdersi subito in questa natura meravigliosa!

Non mi dilungo comunque nel raccontarvi che giornata stupenda sia stata perchè non riuscirei a rendere davvero le emozioni di quei momenti.
Vi dico solo che nei miei sogni più belli, non c'era mai stata una favola così splendida! 💒

Tra i preparativi per un matrimonio che, pur abitando a Parma, doveva celebrarsi in Sardegna, potete capire quanto sia stata presa e oltre maniera incasinata nei mesi che sono andati da ottobre del 2016, quando abbiamo scelto la data, fino a poco prima del gran giorno.
Tra casa da arredare, lavoro a tempo pieno e tra l'altro con nuovo incarico (percui presa anche da una nuova organizzazione) e matrimonio, davvero mettere in mezzo qualunque altra cosa sarebbe stato troppo.

La lontananza dal blog però mi ha portato a fare una considerazione: che io amo davvero il makeup, la nail art e comunque il beauty in generale..., ma amo fare tante altre cose e vorrei condividere anche alcune di queste.
Ragion percui tra gli argomenti del blog troverete, d'ora in avanti, con maggior frequeneza rispetto al passato, qualche piccola digressione su altri temi.
Spero comunque che continuiate a dirmi cosa ne pensate!

Nei prossimi post vi racconto qualcosa in più sul matrimonio e magari sul viaggio di nozze!

Per il momento vi saluto e spero di RItrovarvi nei commenti qua sotto!
Ciaooooo!!!!










martedì 4 aprile 2017

Prodotti finiti. Skincare e Make Up

Ciao a tutte.
Torno finalmente con un post che dovevo scrivere da un sacco di tempo...poi rimandavo...e continuavo ad accumulare prodotti, tanto che a un certo punto avevo la borsina dove li conservo strapiena e ho dovuto per forza ritagliarmi un pò di tempo per scrivere!

Vedrete un bel pò di prodotti, sia di skincare, sia per capelli, sia di make up.

Parto subito con i prodotti per il corpo, che sono quelli che consumo più velocemente ovviamente.

Lycia - Bagnodoccia Velvet Effect
Senza Parabeni
Inci non bio
Prezzo assolutamente buono per 750 ml
Arricchito con olio di Argan e Fiore di Loto
Ottima profumazione
Potrei ricomprarlo

Phytorelax - Gel doccia
Arricchito con olio di argan
Ottima profumazione, ma molto delicata
Non conosco il prezzo perchè era un regalo
Inci non bio
Non penso di ricomprarlo

Dove - Bagnodoccia nutriente
Profumo (buonissimo) di crema di pistacchio e magnolia
Prezzo ottimo per 500 ml
Inci per niente bio
Potrei ricomprarlo


Sephora - Latte corpo idratante al mango
Ottimo profumo, dolce e fresco
Prezzo medio
Di facile assorbimento perchè non corposo
Inci ignoto!!!
Senza parabeni
Potrei ricomprarlo

 Passiamo ora ai capelli


Diego dalla Palma - Balsamo Delicato Ognidì
Pagato circa 12 euro per 250 ml
Troppo corposo, appensantisce un pò i capelli pur essendo indicato per usi frequenti
Non lo ricomprerò perchè non è adatto ai miei capelli
Inci non verde, ma arricchito con molti estratti naturali
Senza parabeni, ftalati e ogm

Collistar - Shampoo volumizzante
Torno sempre qui
Continuo a ricomprarlo perchè continua a piacermi, nonostante il parere contrario del mio parrucchiere!
Costa circa 12 euro per 250 ml
Inci non verde
Dona volume e lascia i capelli leggeri e puliti per almeno 3 giorni (al terzo li lavo perchè non mi piacciono più)

Vitalcare - Maschera nutriente per capelli secchi
Acquistata per curiosità
L'ho già ricomprata perchè mi è piaciuta molto
Capelli lisci, luminosi e morbidi (potere di un inci chimico)
Costa circa 1 euro ogni confezione (la uso in due volte)
Arricchita con ceramidi vegetali e pantenolo
Inci non verde

Per la skincare viso




Sephora - Maschera Idratante e Rilassante al Fiore di Loto
E' un regalo ma credo che il costo si aggiri sui 3 euro
Mi è piaciuta la sensazione di freschezza e pulizia, un pò meno il fatto che il prodotto non si assorba mai del tutto, lasciando la pelle un pò appiccicaticcia.
Profumo delicato e piacevole
Maschera in tessuto
Si potrebbe usare più di una volta perchè è molto imbevuta, ma dopo il primo uso mi faceva un pò schifo riutilizzarla.
Non la ricomprerò ma ne proverò altre
Tempo di posa tra i 10 e i 15 minuti
Inci non verde

HQ - Maschera levigante
Per me le maschere di HQ sono tra le migliori
Questa è una di quelle che ricompro spesso
Costa circa 2 euro e la uso almeno in tre volte
La pelle è subito più liscia e luminosa
Sta in posa circa 10 minuti
Non contiene parabeni ma l'inci non è verde

7 th Heaven - Montagne Jennesse - Maschera peel Off
Buona mschera peel off, ma nulla di stratosferico
Pelle sicuramente più liscia e morbida, ma senza grandi numeri
Costa poco più di 2 euro e anche questa si usa almeno in due volte
Arricchita con passiflora e altri estratti di frutti come l'uva o il lampone
Sta in posa per almeno 20 minuti
Non ricomprerò questa ma ne ho un'altra della stessa marca che mi è piaciuta molto di più per cui potrei comprarne altre 
Inci BIO certificato
Non testa sugli animali


Dr Taffi - Crema viso Giorno e Notte
Arricchita con olio di Argan e Acido Ialuronico
Costa poco meno di 14 euro per 30 ml (un pò costosetta)
Si trova on line e in bio profumeria
Inci BIO
Crema eccezionale
La ricomprerò sicuramente

Tra i prodotti struccanti


Garnier - Salviette struccanti per pelli secche e sensibili
Mi piacciono molto
Già ricomprate diverse volte
Costano circa 3 euro (confezione da 25 salviette)
Ben imbevute, struccano delicatamente, senza bruciori di sorta
Le ricomprerò sicuramente
Inci non verde

Cotto Plus - Salviette struccanti 2 in 1 - Formato mini
La versione blu era molto meglio
Le ho finite per miracolo
Formato troppo piccolo, ne avrei dovuto usare almeno cinque per struccare tutto il viso
Non le ricomprerei mai!!!!
Inci non verde

Per le unghie un solo prodotto finito


Essence - Top coat
Effetto Gel
Mi è piaciuto moltissimo per l'effetto, la brillantezza e la durata.
Si è addensato verso la fine, ma è un pò la normalità in questo tipo di prodotto.
Costa pochissimo (non ricordo quanto di preciso perchè ce l'ho da molto)
Lo ricomprerei sicuramente (ma adesso ne ho altri aperti da terminare)

Veniamo dunque al make up

 
Kiko - Shimmer pearls 
Blush illuminante
Non finito, ma cestinato perchè era talmente vecchio che puzzava terribilmente ormai
Mi è piaciuto molto ed era facilissimo da usare
Era un regalo ma lo ricomprerei

 
L'Oreal Accord Parfait Genius
Fondotinta compatto 4 in 1
Costa circa 19 euro
Mi è piaciuto molto ma il prezzo è un pò eccessivo rispetto alla quantità di prodotto per cui non penso che lo ricomprerei (era un regalo anche questo)

PuroBio - Fondotinta sublime
So che a molte non è piaciuta la consistenza densissima di questo prodotto che rende effettivamente difficile la stesura
Io mi sono aiutata con un pennello a setole fitte e non ho avuto grandi difficoltà.
Solo verso la fine iniziava a fare un pò di grumi se stavo troppo tempo a lavorare il prodotto.
Non ha costi eccessivi e l'Inci è ottimo ma non lo ricomprerei

Maybelline - Instant anti age - Cancella Età
Continuo a non trovare mirabolante questo correttore, sopratutto per la bassa coprenza
Unico pregio il fatto che non segna per niente la zona delle occhiaie e non appesantisce
Potrei ricomprarlo solo per questo effetto, ma per la coprenza va molto aiutato.
Costa circa 7 euro ed esiste in sole due tonalità (light e nude)



Benefit - Push Up Liner
Non sono una fanatica dell'eyeliner, ma non so come abbiano fatto a tessere le lodi di questo prodotto.
E' densissimo, per cui è difficile tracciare un tratto regolare
Se ne va a pezzettini quando ne ha voglia lui perchè per struccarlo quando volete voi ci vuole un miracolo!
Costa tanto ma per me non ne vale la pena
Inutile dire che non lo ricomprerò


Benefit - They're Real Mascara
Buon mascara, non tanto per l'effetto volumizzante che dovrebbe avere e che su di me ho riscontrato poco, quanto più per la definizione.
Ciglia perfette e ordinatissime.
Lo ricomprerei...forse, ma non subito
Costa circa 28 euro

Benefit - Roller Lash
Lui è l'amore numero 1 tra tutti i mascara che ho provato finora.
Non batte il Pupa Vamp per il volume, ma sulle mie ciglia ha un effetto curvatura e lunghezza unici!
L'ho già ricomprato e lo ricomprerò fintanto che continueranno a produrlo
Unico neo: si secca presto.
Costa circa 28 euro anche lui

Chanel - Minitaglia Mascara Le volume
Se non fosse che dovrei vendere un rene per comprare il make up di Chanel avrei già provato tante altre cose dopo questo mascara.
Mi è piaciuto tantissimo e volentieri comprerei la full size.
Unisce l'effetto curvatura e lunghezza all'effetto volume.
Le ciglia sono eleganti e ordinate

Bene ragazze. 
Con questo è tutto.
Ho cercato di essere il più possibile sintetica perchè i prodotti erano davvero tanti (e alcuni non li ho inseriti alla fine perchè o non erano importanti o ve li ho fatti vedere mille volte).
Volutamente non ho inserito i campioni troppo piccoli perchè non mi danno davvero l'idea del prodotto e non aveva senso citarli.

Fatemi sapere se avete usato qualche volta anche voi alcuni di questi prodotti e come li avete trovati.
Un bacio grande a tutte voi e a presto!